La Consulta Femminile di Trieste nasce nel 1988 dalla volontà di tredici Associazioni, dal desiderio di lavorare insieme, dalla convinzione che i diritti si difendano meglio se sostenuti e condivisi da un sempre maggior numero di persone.

Nella sua attività ventennale la Consulta ha curato la pubblicazione di diversi volumi "Le donne e la Costituzione italiana", "La questione femminile nell'ordinamento giuridico italiano", "Gli ultimi quarant'anni della storia europea", "Cecilia Assanti 1997-2000". 

Ha dedicato un ciclo di lezioni su "La salute della donna" e su questo argomento continua a richiamare l'attenzione pubblica e privata. Ha organizzato - tra gli altri - due convegni, "Donne d' Europa s'incontrano" e "Consulte e Commissioni a confronto".

Da anni la Consulta Femminile ribadisce l'importanza della scuola per la crescita dei ragazzi, che necessità però dell'impegno di tutta la società. Sempre presente l'attenzione per i "servizi" dalla cui strutturazione dipende la possibilità di lavoro per le donne.

 Con l'8 marzo 2005 è partito il Concorso Letterario Internazionale di Scrittura Femminile "Città di Trieste" che premia racconti e saggi relativi alla condizione femminile del nostro tempo.

Questo appuntamento annuale offre una panoramica dell'evoluzione del mondo delle donne, oltre a farne conoscere i talenti letterari attraverso un concorso gratuito ed aperto a tutte le donne, di qualsiasi nazionalità e cultura che premia le vincitrici anche con la pubblicazione del testo. 

 

"Più ci si addentra nell'universo della scrittura femminile, e si cerca di dar significato ai suoi segni, più si coglie la presenza di peculiarità proprie, portatrici consapevoli, in certi casi, di un progetto letterario preciso: è ben evidente, infatti, l'evoluzione di un processo già da tempo avviatosi verso la definizione di un canone estetico autonomo da quello elaborato per la scrittura maschile"...[…]